29 luglio 2013

Backstage: la rocker della settimana su Rolling Stone Magazine

Questo è un post a DUE voci. La mia (Odri) e quella di Paola. Per raccontarci che cosa ci stavo a fare sulla home page del sito del Rollig Stone Magazine in una calda settimana di giugno...




Odri: Perché diamine ti sei messa a fare la “rocker della settimana”? 
Ok, io avrei preferito "rockeuse", ma fa lo stesso. Non so comunque strimpellare mezza nota né mi azzardo a trapanare i timpani a qualcuno cantando. Ma di musica ne ascolto, quanta. Sempre. Rock'n'roll ti sei preso la mia anima. Dunque, un pomeriggio d'aprile ero a passeggio nel parco mi sentivo molto new wave con il mio cappottino scuro e l'aria di chi se ne sta andando via per un po' di tempo e non sa bene come andrà a finire

Ho scattato varie foto in giro e poi un autoscatto (è la foto in alto nella colonna a dx). La sera torno a casa e facendo zapping sul web tra i vari socialnetwork (io non ho la tv) leggo questo annuncio sul sito del Rolling Stone Magazine:

«La rocker della settimana Vuoi essere una rocker di "RS"? Inviateci le vostre foto a questo indirizzo! Unico requisito richiesto: dimostrare di avere un'attitudine rock'n'roll».

Santo cielo se sono rock'n'roll. Invio la foto. Senza pensarci su. A questo punto me ne dimentico per circa una settimana, fino a che non mi arriva un' e-mail che mi spiega che avevo proprio l'attitudine giusta, ma per caso non mi si poteva vedere un pochino di più in foto? Sorrido fra me e me, chiudo il messaggio passo a scorrere il resto della posta elettronica. Penso: «Che carini. No, ma figuriamoci. Per favore. Stavo scherzando.» 

Ma mi si accende in testa una lampadina che non riesco a spegnere... 


23 luglio 2013

Guido Crepax. Ritratto di un artista.

Oggi su Conversazioni sul fumetto il mio post dedicato alla grande mostra che celebra Guido Crepax artista.

Guido Crepax, Valentina dentro i "mestieri" del Diderot
(Enciclopedia o Dizionario ragionato delle Scienze, delle Arti e dei Mestieri)

Era prevedibile che fosse un evento molto interessante, visto l'artista e la location (il Palazzo Reale di Milano) coinvolti, ma si sa che a volte gli eventi celebrativi (la mostra cade nell'anniversario degli 80 anni dalla nascita e dai 10 anni dalla scomparsa di Crepax) rischiano di scadere in un conservatorismo museale e antiquato.

E invece quest'allestimento dimostra una grandissima vitalità insieme all'accuratezza e naturalmente alla bellezza delle tavole originali e delle altre opere esposte, a cura dell'Archivio Crepax, che trovano una loro valorizzazione all'interno di uno spazio così prestigioso. È quello che ho cercato di riassumere come una presenza d'amore.

Cosa mi ha incuriosito di più?
Qualcosa di inedito, che non sapevo neanche io che sono una vera appassionata. Un lato "nerd", se così posso dire, di questo grande uomo che si dedicava nel tempo libero a creare degli incredibili giochi da tavolo per lui e la sua famiglia ( il preferito di lui e sua moglie quello sull'Orlando Furioso).


Ecco l'intro:

Perché andare a vedere la mostra “Guido Crepax. Ritratto di un artista”? 
Per rispondere alla domanda nel titolo di questo post potrei riassumere brevemente la questione in tre punti: 
- È la prima personale che approfondisce a 360° l’opera del creatore di quell’icona di Valentina, con circa un centinaio di tavole originali di fumetti oltre che illustrazioni di libri, riviste, copertine di dischi e oggetti, come i giochi da tavolo creati in ambito familiare; 
- La mostra si colloca negli ambienti splendidi dell’Appartamento di Riserva al Palazzo Reale di Milano, storici, sontuosi, prestigiosi; 
- È gratis. Sono tre validi motivi. Ma così facendo mi ridurrei banalmente a considerare tre argomenti razionali con una buona dose di pragmatismo. E io fondamentalmente sono una persona romantica. 
Quindi vi dico che il vero motivo per cui visitare questa mostra è l’amore.



Il resto lo leggete QUI.


6 luglio 2013

Top 10 fumetti e illustrazioni su Ninja Marketing

Inaugura questa settimana su Ninja Marketing, sezione Design, la mia nuova rubrica "Top 10 fumetti e illustrazioni: i migliori creativi della settimana".

I migliori "stimoli visivi" ed emozionali tra i fumetti e le illustrazioni di tutto il mondo, per   segnalarvi le cose più interessanti che pesco dalla rete (e perché no, in libreria, fumetteria o sui muri delle nostre città) per rinfrescarvi le idee col caldo che avanza!

Se siete dei fumettisti/illustratori e volete segnalarmi i vostri lavori, commentate il post!
Buona visione!



[qui l'archivio aggiornato delle puntate]

- #1 "Top 10 fumetti e illustrazioni: i migliori creativi della settimana"

- #2 "Top 10 fumetti e illustrazioni: i migliori creativi della settimana"

- #3 "Top 10 fumetti e illustrazioni: i migliori creativi della settimana"

- #4 "Top 10 fumetti e illustrazioni: i migliori creativi della settimana"

- #5 "Top 10 fumetti e illustrazioni: i migliori creativi della settimana"

- #6  SPECIALE ESTATE "Top 10 fumetti e illustrazioni: i migliori creativi della settimana"

5 luglio 2013

Crack! Fumetti Dirompenti - L'Orda

Questa settimana su Conversazioni sul fumetto il mio report dal Crack! Fumetti Dirompenti - L'Orda, 9° festival di arte disegnata e stampata di Roma che si è svolto dal 20 al 23 giugno 2013 nella Capitale.

Vale la pena leggerlo almeno per 3 ragioni:

- per vedere quanto sono ultra-belli gli spazi del Forte Prenestino;
- per vedere la quantità di autori e lavori presenti (Presenze internazionali. oltre alla gallery nel post, troverete anche i link alla gallery completa delle foto scattate durante l'evento nella nostra pagina Facebook e i link ai blog di quasi tutti artisti che erano presenti);
- per rendersi conto che si può, ed è bello: autogestito e autoprodotto.

poster by Inechi


Ecco come inizia il post:

"Il Forte Prenestino, nel quartiere di Centocelle, a Roma, è un luogo incredibilmente suggestivo, fatto di tunnel e camere, “celle” sotterranee, con le pareti in pietra viva e poi spazi aperti, un paio di edifici immersi nella vegetazione di un parco. La struttura risale alla seconda metà dell’Ottocento, compresa tra quelle 15 fortezze che furono erette a difesa della nuova Capitale del Regno d’Italia (e presto destinate al disuso). Dal 1986 è un Centro Sociale Occupato Autogestito, “il più grande e il più antico d’Europa”, così almeno recita il comunicato stampa dell’ultima edizione del Crack! Fumetti dirompenti, che ha avuto per tema l’Orda".

P.S.
Promosciòn!
In quest'occasione è uscito lo spin-off de Gli Scarabocchi di maicol&mirco, Ivo il Barzellettiere!

odri e Ivo (il libro)